Gli ultimi anni di Babilonia

Per la prima parte clicca qui

Dal 1982 fino ai primi anni 2000 continuo a crescere il numero delle vendite annuali, anche se con gran lentezza (100/200 mensile al anno).Ciò gli permise di superare le varie crisi che si presentarono nel corso degli anni.

Verso la fine degli anni ’80 Babilonia vide un grosso cambiamento che portò la rivista ad un cambio di proprietà, a causa del abbandono di Felix Cossolo poi Ivan Teobaldelli.


La libreria di Babele n.1

Col cambio di proprietà Babilonia, anche in virtù dell’accresciuto numero di persone che lavorano a tempo pieno, ampliò le sue attività, aprendo la prima casa editrice LGBT italiana, “La libreria di Babele”, con la quale pubblicarono numerose cose come ad esempio uno “speciale foto” e ” La Fenice di Babilonia” che era un annuario di cultura Gay curata da Giovanni Dall’Orto, e venne presentato un progetto per un mensile gratuito a tematica LGBT.

Nel 1999 si ebbe la prima vera crisi a causa di una grossa divisione dei membri della redazione.Da una parte coloro che desiderano una rivista meno “di sinistra”, meno militante, meno legata al movimento di liberazione omosessuale da cui era nata, e meno attenta al lettorato lesbico, Dall’altra coloro che ritiene che l’impostazione seguita fino a quel momento sia quella giusta. Alla fine vinse la prima delle due fazioni, che possedeva la maggioranza delle quote.

A seguito di ciò la casa editrice chiuse, venne soppresso l’annuario e lo speciale foto,e anche il progetto del mensile gratuito venne abbandonato, in modo di diminuire il numero dei collaboratori.Dal punto di vista politico i cambiamenti non erano molti,ma ci furono, ad esempio iniziarono a chiamare anche membri di partiti di destra per partecipare alla rivista.

Il cambio di gestione però non venne molto apprezzato dai lettori, in più in questo periodo iniziarono a uscire molte riviste lgbt gratuite che sottrassero lettori,inserzionisti e in fine anche i collaboratori. E cosi Babilonia passo ad essere da rivista di settore praticamente monopolista a rivista che controllava solo una frazione del mercato.

Nel 2004 lo storico giornale LGBT ormai è quasi arrivato al capolinea a causa di numerosi debiti. nel 2005 (la sola testa) venne venduta definitivamente e i collaboratori restanti vennero tolti definitivamente.

Babilonia venne comprata da investitori prevalentemente non gay, e quindi la rivista subì un grosso stravolgimento e quella che prima era una rivista fatta per passione ora divenne un semplice mezzo per far profitto.Vennero introdotte nuove rubriche, non strettamente lgbt, e gli articoli lgbt vennero scritti dal punto di vista del mercato.

Questo grosso cambio si rivelò sbagliato. Quindi ,nel giro di pochi mesi, la nuova gestione decise di tornare al precedente stile, iniziò a richiamare alcuni dei vecchi collaboratori e Mario Cirrito collaboratore della testata gay telematica “Gay.it”, per rilanciare la rivista e indirizzarla nuovamente al mondo GLBT.

Grazie a questo e ad altri cambiamenti avvenuti nel 2005 la rivista reiniziò ad avere un boccata d’ossigeno, ma ciò non servi a molto, ormai i tempi erano cambiati, la concorrenza molta e anche i giornali lgbt gratuiti ebbero un loro peso. Quindi nella seconda metà del 2006 si ebbe un nuovo cambiamento allontanando di nuovo alcuni collaboratori e presentando ai lettori una nuova veste grafica.

Tutto questo per cercare di far fede alla scommessa di “Babilonia” , cioè fare in modo che Babilonia riuscisse a prendere il posto, in italia, che le altre riviste LGBT estere hanno nei loro paesi come la francese Têtu (che certifica la vendita di 50.000 copie mensili), la spagnola Zero o l’inglese Out.

Ma quest’obbiettivo non venne mai raggiunto e ciò segnò la chiusura definitiva della rivista Babilonia nel maggio 2009.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...