“𝑰 𝒉𝒂𝒗𝒆 𝒂 π’‡π’†π’π’π’π’˜ π’‡π’†π’†π’π’Šπ’π’ˆ 𝒇𝒐𝒓 π’šπ’π’–” Stati Uniti, 1906.

"𝑰 𝒉𝒂𝒗𝒆 𝒂 π’‡π’†π’π’π’π’˜-π’‡π’†π’†π’π’Šπ’π’ˆ 𝒇𝒐𝒓 π’šπ’π’–" Cartolina degli Stati Uniti d'America, 1906 circa.
14x9cm.
Retro della cartolina "𝑰 𝒉𝒂𝒗𝒆 𝒂 π’‡π’†π’π’π’π’˜-π’‡π’†π’†π’π’Šπ’π’ˆ 𝒇𝒐𝒓 π’šπ’π’–", qui troviamo il timbro postale con data 1911.

La cartolina che possiamo ammirare qui sopra venne prodotta negli Stati Uniti d’America nei primi del 1900, venne mostrata e datata 1906 da James Gardner nel suo libro “Who’s a Pretty Boy, Then?” del 1998.
Oggi si hanno pochissime informazioni su di essa, sappiamo che Γ¨ considerata una delle prime cartoline a tema gay della storia ma la sua immagine Γ¨ per certi versi ambigua e poco chiara, sembra dare almeno due diverse chiavi di lettura a chi la osserva, la prima la vede in chiave omosessuale in cui un uomo sposato stringe, in segreto, la mano del suo amante gay con in lontananza la sagoma di un poliziotto a simboleggiare l’illegalitΓ  e la pericolositΓ  di tale gesto; È interessante vedere come l’amante gay sia stato raffigurato in maniera trasandata con abiti stropicciati e una lattina accanto per far passare il messaggio che sia un alcolizzato, una persona dissoluta e poco raccomandabile in grado di rovinare una “famiglia tradizionale”.
La seconda chiave di lettura la vede come una cartolina ironica in cui un clochard fa uno scherzo alla coppia, tenendo la mano del uomo che Γ¨ convinto di stringere la mano della donna amata.
Questa seconda interpretazione, sebbene possa sembrare fattibile a un primo sguardo lo Γ¨ meno dopo un attenta analisi, infatti molti punti come la frase “I have a fellow-feeling for you” scritta sul cartolina, il poliziotto sullo sfondo e la posizione della donna e delle sue braccia che rendono non fattibile un eventuale scherzo del clochard e/o un errore da parte del compagno della donna, rendono questa lettura forzata e non credibile.
Inoltre il ritrovamento di altre due cartoline della stessa serie, durante le mie ricerche, mi hanno spinto sempre più nella convinzione che non si tratti affatto di una cartolina a scopo ironico, difatti le altre carte di questa serie non riportano una vignetta ironica ma bensì una romantica.

Altre due cartoline della stessa serie che riportano scene di corteggiamento.

Ritengo che l’ambiguitΓ  data da questa cartolina possa essere stata voluta dallo stesso artista che la realizzΓ², ciΓ² era comodo per non incorrere in problemi legali, del resto questa “tecnica” di dare una doppia chiave di lettura ad immagini, libri o riviste e temi omosessuale era spesso usata, basti pensare alle riviste beefcake che venivano vendute inizialmente come riviste sportive o artistiche e la loro vera destinazione e il loro significato era visibile solo dalla comunitΓ  gay.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: